La delusione folgorante

Navigando nel mare irregolare di Internet (anzi, no, è stata Ale che l’ha trovata su Internet e condivisa con me; per ripagarla, dopo il post, le farò il caffellatte di mezzanotte) mi sono imbattuto in questa frase:

“Quando si scorge la fine nel principio si va più in fretta del tempo. L’illuminazione, delusione folgorante, dispensa una certezza che trasforma il disingannato in liberato.”

Emil Cioran,

L’inconveniente di essere nati


A parte che mi piace molto il titolo. Ho dovuta leggerla diverse volte. Ci vuole un po’ per interpretarla, e credo che ognuno lo farà a modo suo. Per quando mi riguarda, quando parla di illuminazione e di delusione folgorante, io ringrazio il caso per gli scrittori (e i traduttori, direbbe Patti Smith) che sanno usare così bene le parole. E oltre che accurata, la trovo una frase con una certa dose di speranza (una certezza che trasforma il disingannato in liberato). E’ un po’ come scorgere un principio in una fine. Se guardate bene la foto, in cima alla scala c’è un ciuffo d’erba (il re delle metafore, sono…). Comunque lo capisco. E’ come quando ti muore qualcuno di caro e tu cerchi di trasformare la fastidiosa questione in qualcosa di positivo, qualcosa a tuo favore. Almeno finché non muori tu. E’ questo il problema. Non so quanto saremmo in grado di rielaborare, in quel caso. La perdita, comunque, allarga la mente. Perché, come dice Piero Ciampi, l’assenza è un assedio. E l’unica, vera, palpabile assenza è quella di chi non c’è più per davvero. Suppongo sia questo a cui si riferiva Marisa Laurito in un’intervista notturna di molti anni fa quando parlava di elaborare il lutto. E’ da lei che sentii l’espressione per la prima volta, o forse fu la prima volta in cui ci pensai seriamente. Mi rimase impressa. Pensate un po’… Marisa Laurito!

Vabbè, vi lascio col capolavoro che ho citato sopra. Adius è stata la prima canzone di Piero Ciampi che ho ascoltato. Su un pullman in viaggio per la Spagna nel 1990. Anno, quello, di belle scoperte. Anche questa canzone, come l’illuminazione, è folgorante.

Annunci

About this entry