Ci vogliono bei polmoni per parlare 4 ore di seguito

Ecco, ci siamo quasi.

Tra 15 minuti dovrò uscire di casa e recarmi ai surreali e sfiancanti ricevimenti pomeridiani coi genitori. Per chi non lo ricordasse, ho scritto un post al riguardo lo scorso dicembre. QUI. E oggi mi ritoccano. Dalle 3 alle 7, a cui si aggiunge normalmente un’ora di straordinario (fino alle 8!) non pagata. Il solito fanatico del volontariato.

Dunque, non mi sono lavato i capelli e mi vestirò molto casual.

Stamani, per impietosire i ragazzi di una seconda che di solito mi fanno perdere parecchio fiato, ho detto loro: “Ragazzi, oggi ho i ricevimenti pomeridiani, devo parlare per 4 o 5 ore di seguito di ciascuno di voi coi genitori. Quindi stamani non mi fate sgolare sennò ne parlo oggi con le vostre mamme e i vostri babbi.”

Ho avuto presa? Non molta, visto che di quella classe un po’ scalcagnata, l’ultima volta, è venuto soltanto il 5% dei genitori (1 su 20).

Ecco, è giunto il momento, devo andare.

Giusto il tempo di lavarmi i denti, preparare la borsa (mi porto sempre un libro da leggere, nella stupida illusione che avrò qualche minuto di buco tra un genitore e l’altro) e fare un bel respirone profondo.

Pensatemi, come quando pensate a uno in un momento di crisi.

Se succede qualcosa di interessante, aspettatevi un post serale.

Advertisements

About this entry