Il ricevimento pomeridiano in cifre

Questo, in sintesi, il ricevimento pomeridiano di ieri:

Ore previste: 4 (15.00 – 19.00)

Ore effettivamente svolte: 5 (15.00 – 20.00)

Numero di colloqui effettuati: 40 (solo perché le pagelline di seconda vengono consegnate oggi, per cui molti, ieri, non sono venuti)

Con madri: 30 (di cui 2 incinta e 1 con neonata in braccio)

Con padri: 8

Con entrambi i genitori: 2

Genitori con cui ho parlato per la prima volta: 10

Genitori che si sono complimentati per la mia intervista sul Tirreno: 8

Genitori di terza insoddisfatti delle scelte dei figli per la scuola superiore: 4.

Di cui: 2 perché la scuola scelta è poco impegnativa; 2 perché la scuola scelta è troppo impegnativa.

Genitori che, come dice la mia amica Ascia, prendono i colloqui con gli insegnanti per una seduta psicanalitica (lei compresa): 9

Pause caffè: 0

Pause sigaretta: 0

Pause pipì: 0

Momenti in cui mi è mancata la voce: 3

Sorsi alla bottiglietta d’acqua: 7

Insegnanti che hanno finito i colloqui prima di me: quasi tutti.

Insegnanti che hanno finito i colloqui dopo di me: 2

Genitori decisamente simpatici: 7

Genitori decisamente antipatici: 9

Genitori tendenti al logorroico: 7

Momenti in cui, mentre ascoltavo il genitore, mi sono distratto: 4

Momenti di tensione per problemi riguardanti la precedenza in fila: 3

Genitori che hanno rinunciato al colloquio per la lunga coda d’attesa: 7

Periodo di tempo in cui riprendere fiato prima dei successivi colloqui pomeridiani: 9 mesi (dicembre 2011).

E, citando uno dei detti preferiti di mia madre, da qui a dicembre nasce un gobbo e va ritto.

Advertisements

About this entry