La conferenza dei Loungerie e l’anteprima del nuovo spettacolo

Venerdì scorso i Loungerie hanno tenuto una conferenza-spettacolo dal titolo “Cantare è un bicchier d’acqua” alla biblioteca labronica di Livorno. Per i lettori di questo blog che non lo sapessero, i Loungerie sono un quintetto di teatro-canzone comico di cui faccio parte sin dal lontano 2002. La conferenza – che noi abbiamo tramutato in una specie di spettacolo – aveva come tema la scrittura di canzoni, quindi ci siamo messi d’impegno per cercare di spiegare come noi scriviamo le nostre canzoni, e come scrivere canzoni sia in realtà molto più facile di quanto non sembri (da qui il titolo “cantare è un bicchier d’acqua”, che è in realtà la sintesi di “scrivere canzoni è come bere un bicchier d’acqua”).

Per la conferenza abbiamo privilegiato un approccio cronologico, ripercorrendo le tappe e la carriera dei Loungerie in questi nove anni (con i relativi cambiamenti di formazione, come potete intuire dalle foto), e un approccio tematico, esaminando i testi delle canzoni (professionali come sempre, avevamo fornito il pubblico di un libretto con una decina dei nostri testi più rappresentativi).

La serata è cominciata con un aperitivo, durante il quale i Loungerie si sono esibiti in due pezzi del loro vecchio repertorio, Bloody Ieri (la storia d’amore tra una Bloody Mary e un Alexander) e Hopper Lounge (il nostro vecchio manifesto programmatico).

A fare da presentatrice, intervistatrice, mattatrice, l’amica dei nostri amici Sara Bagnoli, che ho già avuto la fortuna di dirigere in un paio di miei spettacoli. Attrice comica sopraffina e fuori di testa, come nel classico stile dei Loungerie.

La nostra fan invasata numero uno, Viola Barbara, non si è fatta sfuggire niente e ha ripreso tutta la conferenza con i suoi classici videini. Le parole dei Loungerie erano intervallate da video dei vecchi spettacoli e da esibizioni live. Il filmato che segue è l’introduzione alla serata.

Tra le esibizioni live abbiamo ritirato fuori il nostro Vademecum Musicale, dove spieghiamo, in modo loungeresco, come si scrive una canzone:

Ora, la conferenza-spettacolo è durata all’incirca 2 ore e non vi tedierò ulteriormente. Chi fosse interessato può andare nel canale Youtube di Violabarbara e guardarseli lì. Ci sono delle chicche interessanti. Quel che invece mi preme è farvi sapere che, alla fine della serata, abbiamo eseguito in anteprima assoluta due dei nuovi pezzi che faranno parte del prossimo spettacolo dei Loungerie, per ora intitolato Kitchen (indovinate quale sarà l’argomento?). Sarà uno spettacolo un po’ diverso dal solito, poiché ci siamo prefissi di fare un’operina musicale, con canzoni, sì, ma anche con dei dialoghi e una trama ben precisa. Il testo è già pronto, le canzoni anche, manca solo qualche centinaia di prove per poterlo portare in scena. Intanto, però, anche se non siete venuti alla conferenza, potete godervi i due nuovissimi pezzi. Il primo si intitola Acciughe alla povera. Dall’introduzione si deduce che Sara Bagnoli sarà il prossimo componente dei Loungerie.

 La seconda anteprima è un rappettino sempre in tema culinario che si intitola Pietanza.

Con questo spero di avervi incuriosito e di vedervi tutti al debutto del nuovo spettacolo che non si sa ancora quando si farà, ma di sicuro, nonostante le insistenze dell’invasata number one, non sarà a Natale.

Advertisements