E’ morta Wislawa Szymborska, poetessa.

szymb3

Ieri è morta Wislawa Szymborska, poetessa polacca. Lucida, ironica, profonda, leggera.

RELAZIONE DALL’OSPEDALE

Tirammo a sorte chi ci doveva andare.

Toccò a me. Mi alzai dal tavolino.

L’ora della visita in ospedale si avvicinava.

 

Non rispose nulla al mio saluto.

Volevo prendergli la mano – la ritrasse

Come un cane affamato che non molla l’osso.

 

Sembrava vergognarsi di morire.

Non so cosa si dica a uno come lui.

Gli sguardi divergevano, come in un fotomontaggio.

 

Non disse né resta né va’ via.

Non chiese di nessuno del nostro tavolino.

Né di te, Bolek. Né di te, Tolek.

Né di te, Lolek.

 

Mi venne il mal di testa. Chi stava morendo a chi?

Lodavo la medicina e le tre violette nel bicchiere.

Raccontavo del sole e mi spegnevo.

 

Che bellezza le scale da scendere di corsa.

Che bellezza il portone che si apre.

Che bellezza voi in attesa al tavolino.

 

L’odore dell’ospedale mi fa venire nausea.

.

Annunci

About this entry